Blog: http://fulmini.ilcannocchiale.it

PROVE DI DISCUSSIONE - 12 - Fabio Benincasa, La famiglia 'naturale'


[I NOSTRI INVIATI - 45 - Leonardo Ancillotto, Germani reali (Anas platyrinchos), Roma, Villa Pamphili, primavera 2006]

Una mia amica blogger (http://bluelektra.ilcannocchiale.it) nella dotta introduzione alla sua tesi di laurea, faceva notare come negli ultimi tempi si sia discusso molto e a sproposito di famiglia «naturale». A destra si teme per questo istituto, minacciato dalla montante marea islam-omo-lesbo-porno-scopacchiona. A sinistra, anche quando si risponde per le rime perorando la causa delle unioni civili, si omette di portare la discussione su un terreno più generale e scientifico.
 
Un annoso dibattito nelle scienze umane, specialmente nel campo dell’antropologia, ha da tempo messo in dubbio che esista qualcosa che sia definibile «famiglia naturale». Tutto questo dibattito scientifico e culturale che ha coinvolto autori del calibro di Claude Levi-Strauss o di Margaret Mead, non è minimamente tenuto in considerazione in sede politica, «eppur si move» come avrebbe chiosato il povero Galileo.
 
E si move anche la concezione della famiglia, che come sanno storici e antropologi non è affatto un portato naturale, cioè con basi biologiche predeterminate. Non c’è dubbio che il mammifero umano debba essere accudito per lungo tempo prima di diventare autonomo, ma che questo debba naturalmente avvenire in una famiglia mono-nucleare che mangia i sofficini Findus è un altro paio di maniche.

Non solo nessuno è riuscito a provare che la famiglia abbia queste supposte basi naturali, ma è evidente che quella che viene definita tale in Italia ha pochi riscontri nelle isole Trobiand o fra gli indios dell’Amazzonia. Se poi guardiamo indietro al passato ci accorgeremo che la famiglia di epoca romana non somiglia molto alla famiglia di epoca rinascimentale, né la famiglia dei nostri bisnonni somiglia a quella dei nostri padri.

Nonostante tutto si lascia credere all’opinione pubblica che il concetto di famiglia che conosciamo sia eterno, immutabile e scolpito nel tempo. Del resto perché stupirsi? Chi si occupa solitamente di famiglia in Italia? Il Papa, uno che una famiglia non ce l’ha e non la potrebbe legalmente avere.

Fabio Benincasa

Pubblicato il 10/12/2007 alle 6.10 nella rubrica PROVE DI DISCUSSIONE.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web