.
Annunci online

fulmini
e saette
SCIENZA
10 febbraio 2008
IL CROGIOLO - 11 - Mario Pennetta, La crisi finanziaria internazionale
Si teme per le prossime settimane un aggravamento della crisi finanziaria internazionale, con il rischio di fallimenti e perdite economiche rilevanti. L'analisi di alcuni parametri, infatti, come il continuo calo generalizzato delle Borse mondiali, la diminuzione dei prezzi delle azioni delle più grandi banche nel mondo, la crisi di alcune società assicurative che hanno coperto il rischio di fallimento delle società che avevano sottoscritto prestiti sub prime, fanno temere questa eventualità.

Le istituzioni finanziarie e le Banche centrali sembrano attendere impotenti il manifestarsi della crisi, la cui entità ad oggi nessuno riesce a  quantificare. Il non riuscire a quantificare le perdite è uno degli aspetti nuovi e negativi di questa crisi. Per la natura dei prodotti non sono solo gli organismi di controllo internazionale a non riuscire a valutarne i prezzi, ma le stesse banche che li hanno in patrimonio hanno difficoltà a calcolarne le effettive perdite.

La crisi è scoppiata l'estate scorsa quando un numero crescente di cittadini americani ai quali le banche avevano concesso mutui per l'acquisto della casa senza chiedere garanzie, iniziarono a non pagare le rate del loro debito. Venne così alla luce una realtà conosciuta dagli esperti, ma non completamente per quanto attiene la molteplicità dei soggetti coinvolti nonché  l’ammontare delle perdite potenziali.

La fantasia finanziaria non ha limiti. Le banche che avevano concesso i mutui, invece di aspettare i classici 10, 15 o 30 anni per vedersi restituire il prestito concesso, decisero di vendere questi mutui ad altre società appositamente costituite, società veicolo, ricevendo in cambio un ammontare di denaro, naturalmente inferiore ma da subito utilizzabile per altri investimenti. Le società veicolo a loro volta, per dare questi capitali alle banche, hanno emesso dei titoli di debito - chiamate obbligazioni - e le hanno vendute sui mercati internazionali ad altre banche, fondi pensione ecc. Ma ancora non siamo alla fine del processo. Le grandi banche internazionali, a loro volta, hanno pensato bene di creare un nuovo prodotto. Hanno preso un parte di obbligazioni sub prime, una parte di azioni di differenti società, un po' di fondi comuni, altri prodotti, li hanno confezionati, impacchettati e li hanno chiamati con un acronimo Cdo, o titoli salsiccia. Questi nuovi prodotti sono stati venduti sul mercato e acquistati da fondi pensione, altre banche, fondi comuni d'investimento ecc.

Si potrebbe pensare, giunti a questo punto dell'analisi, che il processo sia così terminato. Purtroppo non è così. Le società che avevano acquistato i Cdo, i titoli salsiccia, ottenendone un alto rendimento, hanno pensato bene di assicurarsi contro il rischio di fallimento delle società che avevano venduto questi prodotti. Entrano così in gioco le grandi società assicurative americane, specializzate appunto nel coprire i rischi di fallimento (credit default swap si chiamano tecnicamente tali coperture) dei venditori di questi prodotti. In cambio le assicurazioni ricevevano premi bassi in quanto calcolati su statistiche grezze carenti di serie storiche, dato che il fenomeno che dovevano prezzare era poco conosciuto. Ora queste compagnie di assicurazioni americane rischiano di vedersi richiedere la copertura di questi rischi in quanto si teme un fallimento di molte società che avevano venduto questi titoli E queste società  di assicurazione non hanno i capitali sufficienti per pagare i loro impegni rischiando a loro volta il fallimento.

Si ode avanzare sui mercati finanziari internazionali, un rombo minaccioso che fa prevedere un terremoto dalle conseguenze imprevedibili. Si attendono perdite per miliardi di dollari con rischio di fallimenti a catena di società appartenenti a settori ed ad aree economiche differenti. Dovranno intervenire ancora una volta le Banche centrali immettendo liquidità nel circuito finanziario per scongiurare un arresto nelle transazioni finanziarie con i rischi di una caduta verticale della produzione mondiale.

Mario Pennetta

sfoglia
gennaio        marzo

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Add to Technorati Favorites


blog-rivista

Questo blog-rivista è una relazione telematica fondata sull’amicizia, un sentimento vivo e reciproco, una benevola disposizione intellettuale e morale.

Questo è un intreccio di lettura e scrittura, un luogo aperto di incontro, conversazione, partecipazione elaborativa, composto dalle rubriche minuscole di 'Fulmini' [autore] e dalle rubriche MAIUSCOLE di 'Saette' [co-autori]:

Dialoghi e Monologhi. IL LEGAME di Venises - che significa Venezie (in francese e in italiano: 22. 'Lezioni di Etica' ovvero LA TESI DI LAUREA DI EINSTEIN, 11 marzo 2008)

Foto e Grafie. I NOSTRI INVIATI di AlfaZita, Leonardo Ancillotto, Lorenzo Levrini, Valerio Magistro, Mara Misuraca, Khùtspe - che in lingua yiddish vuol dire 'faccia tosta', Luigi Russo, Syrah - che è il nome di un vino fruttato bilanciato e secco con note di visciola, ioJulia (64. AlfaZita - Ferrara, 12 marzo 2008, 17 marzo 2008)

PROVE DI DISCUSSIONE (15. Un viaggiatore, 'Il punto di vista di Un viaggiatore' ovvero IL SOGNO DI UNA COSA, 5 marzo 2008)

Poesia e Pittura. LO SPACCO di Umit Inatci (16. 'Auto Critica' ovvero PROFESSORE, SI TOLGA GLI OCCHIALI-BICICLO! IO STESSO RACCONTERO' DEL TEMPO, E DI ME, 14 febbraio 2008)

Racconti e Resoconti. AGATHOTOPIA - 'un buon posto per vivere' in greco antico - di Un viaggiatore (11. 'L'occasione di Ciccio' ovvero L'UOMO DI VETRO, 7 marzo 2008)

Minima moralia. A QUATTRO MANI di Fulmini e Tuoni, @lbelù, AlfaZita e Fulmini [12. AlfaZita e Fulmini, 'Kavafis per noi' ovvero E' FINITA, 4 marzo 2008]

Condivisioni di bloggers: l'evento più importante del mese nell'universo mondo. L'ULTIMOGIORNODELMESE (10. Febbraio 2008. AlfaZita, CIPRO; Claudio Ricci, COLORI; ioJulia, VARSAVIA; Khùtspe, GENOVA, 29 febbraio 2008)

Economia e Politica. IL CROGIOLO di Mario Pennetta (13. 'Il Partito Democratico e la sinistra massimalista' ovvero RIFORMISTI SUL SERIO E COMUNISTI A PAROLE - 22 febbraio 2008)

Audio e Visivo. EYES WIDE OPEN di Fabio Benincasa (8. 'Totò Riina contro Gregory House' ovvero RACCONTARE STORIE E MOSTRARE LA REALTA' SONO DUE COSE DIVERSE, 20 febbraio 2008)

Musica e Spazio. BRICIOLE MUSICALI di Venises, Ponchielli: Danza delle Ore
, 16 marzo 2008.

E' questa la musica che stai, state ascoltando.


Suono e Suoni. IL FONOGRAFO DI EDISON di Lorenzo Levrini (in inglese e in italiano - 3. 'Tecnologia e Musica' ovvero LA MUSICA DIGITALE HA UNIFORMATO IL NOSTRO TEMPO, 29 dicembre 2007)

Scienza e Religione. ZONE DI SOVRAPPOSIZIONE di Petilino (6. 'Dove si domanda se la religione necessita della divinità?' ovvero LA RELIGIONE E' UNA COSA, LA CHIESA UN'ALTRA, 16 marzo 2008)

Conti e Racconti. PROFILI di Mario DG (7. 'Uomini e lupi' ovvero LEI NON SA CHI SIAMO NOI, 19 marzo 2008)

Architetture e architetti. EDIFICI CONTEMPORANEI di Guido Aragona (5. 'Intervista al 'Sacro Volto' di Mario Botta' ovvero NON SETTE MA SETTANTA VOLTE SETTE, 29 febbraio 2008)

Poesie in lingua padre. LA LINGUA RUBATA di AlfaZita (7. 'più su' ovvero SPOSTAMENTI PROGRESSIVI DELLO SGUARDO
, 28 febbraio 2008)

Politica e società. SOCIOGRAFIE di Pietro Pacelli (6. 'Il rivoluzionario di professione' ovvero L'INCUBO DI UNA COSA, 3 marzo 2008)

Cose dell'altro mondo. PURE SCULTURE di Mimmo Pesce (6. 'Torso di Frankenstein', 1981, ANCHE IL MOSTRO HA UNA SUA BELLEZZA, 17 febbraio 2008)

Voci di ragazzi. TEMI MARIANI, ovvero temi in classe degli allievi di Maria Ruggiero (classe II B della Scuola Media Statale 'Caffaro' di Genova-Certosa) 5. Giulia, Una lettera aperta, 17 marzo 2008.

Invito all'Arte. PUNTI DI FUGA di Stefania Mola (4. 'Dall'Oriente con Passione' ovvero  LA PASSIONE E' NEGLI OCCHI DI CHI LA VEDE, 1 marzo 2008)

Davanti alla Legge. DIRITTO E ROVESCIO di 'Giuseppe' (3. 'Pensieri passeggeri sui fondamenti del diritto penale' ovvero E' DIFFICILE COMPIERE IL MALE SE SI HA COSCIENZA DI CIO' CHE SI STA FACENDO, 8 febbraio 2008)

Stato e Contro-Stato. LO STATO DEL MERIDIONE di Filippo Piccione (3. 'I numeri di Mafia + ’Ndrangheta + Camorra' ovvero 18.200 UOMINI DISPOSTI A TUTTO, 10 marzo 2008)

Musica sì ma leggera. LA COLONNA SONORA di Mario DG (2. 'Da Woody Guthrie a Bob Dylan' ovvero IL PRIMO DYLAN NON SI SCORDA MAI, 15 febbraio 2008)

A difesa del prossimo. APOLOGETICA di Giuseppe Nenna (2. 'Knowledge sharing' ovvero ISTRUITEVI, PERCHE' AVREMO BISOGNO DI TUTTA LA VOSTRA INTELLIGENZA, 18 febbraio 2008)

La nuova economia. ECONOMIA DI SOLIDARIETA' di Luis Razeto M. (1. 'Il prezzo giusto' ovvero OLTRE L'ECONOMICISMO (E IL RAZIONALISMO), OLTRE L'ETICISMO (E IL VOLONTARISMO), 21 gennaio 2008)

Sequenze fotografiche. THE LONDON EYE di Lorenzo Levrini (1. 'Cominciamo dall'ovvio' ovvero AVETE GLI OCCHI E VEDETE, AVETE LE ORECCHIE E SENTITE - 25 gennaio 2008)



 
DIZIONARIO di ITALIANO
cerca:  
   


 
DIZIONARIO di FRANCESE
cerca:  
Francese - Italiano  
Italiano - Francese  


 
DIZIONARIO di INGLESE
cerca:  
Inglese - Italiano  
Italiano - Inglese