.
Annunci online

fulmini
e saette
CULTURA
16 gennaio 2008
TEMI MARIANI - 3 - Luca, Cos'è l'amicizia


(I NOSTRI INVIATI – 56 – Lorenzo Levrini, vicino a Scheveningen (Olanda), 29 dicembre 2007]

[Dopo i temi di Giulia (16 novembre 2007) e di Leonardo (16 dicembre 2007) ecco il tema di Luca: anche lui studente della scuola media statale ‘Caffaro’ del quartiere popolare di Genova-Certosa, classe II B - professoressa di italiano, storia e geografia: Maria Ruggiero.

Questa è la rubrica mensile del blog-rivista in cui leggiamo e sentiamo la viva voce dei ragazzi e delle ragazze, senza altra mediazione se non quella della scelta - fra tutti i temi svolti in classe - dei temi più interessanti per i giovanissimi e i giovani che ci leggono e ci scrivono, ed anche per quegli adulti che sono stati ragazzi una volta ma non se ne ricordano.

Fulmini]


*

Tema di italiano

Spiega cos'è per te l'amicizia, se è importante, chi sono i tuoi amici, come trascorrete il tempo insieme.

Svolgimento

Tutti hanno sentito parlare dell'amicizia, ma chi sa veramente cos'è?

L'amicizia è un'emozione che proviamo quando stiamo con qualcuno che ci fa star bene, giocare, ridere, scherzare.

I veri amici sanno tutto di te, ti capiscono, ti consolano, mantengono segreti. Con gli amici puoi fare di tutto. Esistono tanti tipi di amicizie: quelle da due soldi, quelle vere, quelle super e quelle intime. Di solito con i miei amici gioco alla play station o qualcosa del genere, di amici non ne ho molti, solo due Danilo e Federico. Federico è il mio vicino di casa e Danilo abita in via Mansueto, hanno una sorella ciascuno. Con Federico ci vediamo tutti i giorni, con Danilo quasi tutti i sabati.

Con gli amici si litiga pure, ma se è vera amicizia si sarà amici per sempre.

Poi ci sono le amicizie di parentela, da quelle non ti scioglierai mai, anche se a volte lo vorresti, in fondo gli vuoi più bene che agli altri. Per esempio io ho un fratello, Marco, di quasi cinque anni. Giochiamo sempre alla lotta, lui ride se vince o meglio se lo faccio vincere, piange se gli frego il computer, noi ci vorremo sempre bene come fratelli.

Dopo ancora ci sono le amicizie con gli animali, io ho trenta pesci rossi, due tartarughe e un criceto. Le tartarughe si chiamano Ivan e Lucy, la criceta Didy, è bianca, grigia sulla schiena e al centro nera, ha gli occhi neri e la faccia buffa.

Va sulla ruota quando c'è assoluto silenzio, mi piace giocare con lei. Le piace molto riposare.

Nel mondo c'è sempre meno amicizia, comprensione, pace, fratellanza, ci sono sempre più guerre, rapine, uccisioni, ma, magari fra solo dieci anni o forse fra cento, lo so, ci sarà solo l'amicizia.

P.S. E' un'emozione bellissima.

Luca



CULTURA
16 dicembre 2007
TEMI MARIANI - 2 - Leonardo, I miei genitori

[fotografie 358 - Genova, 11 dicembre 2007 16:17:43]


[fotografie 357 - Roma, 10 dicembre 2007 16:52:09]

[ Il 16 novembre scorso è comparso il primo post di una nuova rubrica di autori vari presentata con queste parole:

Nel quartiere popolare di Genova chiamato ‘Certosa’ c’è la scuola media statale ‘Caffaro’. E dentro questa scuola c’è la classe II B, che ha per professoressa di Italiano e Storia e Geografia una grande amica di nome Maria Ruggiero. Multietnica è la classe nella composizione degli allievi (italiani, capoverdiani, equadoriani, ucraini, albanesi) e multiforme è Maria nella derivazione regionale (siciliana e piemontese e ligure com’è).

Qualche tempo fa è venuta fuori l’idea – a Maria o a suo marito Giuliano Cabrini non si sa, perché sono come il cappuccino: che non si sa dove finisce il latte e comincia il caffé – di pubblicare sul blog-rivista i temi memorabili degli allievi di Maria. E così la rubrica si chiamerà TEMI MARIANI.

Perché le voci dei ragazzi nel blog-rivista? Prima di tutto perché al centro delle istituzioni, delle organizzazioni, delle comunità è meglio che stiano i cittadini, le persone, i ragazzi – e non i presidenti, i capi, i burocrati. E' meglio che al centro stiano i malati degli ospedali, i clienti delle banche, i carcerati delle galere, e gli allievi delle scuole. E poi perché, oltre che dagli adolescenti, dai giovani, ed ora dai ragazzi, questo blog-rivista è letto anche dai grandi, sapete - quelli che sono stati ragazzi una volta ma raramente se lo ricordano.

Questo è il secondo post, un tema in classe di uno studente ecuadoriano e italiano.]


*

Tema

Spesso gli adulti non capiscono i ragazzi e i loro comportamenti. Quando ciò capita nei tuoi confronti quali sono i tuoi pensieri? Esprimili scrivendo ad un amico o in una pagina di diario.


Caro diario,

I miei genitori non capiscono le cose che mi succedono a scuola o quando sono a casa.

Ad esempio quando prendo un brutto voto mi sgridano. Io mi metto sempre a studiare, ma a volte non capisco alcune cose, tipo geografia e storia. Poi a casa c'è mia sorella che è proprio una peste perchè non mi lascia vedere la televisione e inventa molte bugie da dire a nostro padre, così lui si arrabbia con me, ma per fortuna c'è mia madre che mi difende.

Mio padre non mi ha visto nascere perchè era qui in Italia, mentre mia madre se n'è andata quando io avevo due anni e quindi sono andato a vivere con mia nonna, mio fratello, mia zia e mia cugina.

Mio padre mi ha visto quando avevo cinque anni.

E' questo quello che mi chiedo se lui voglia più bene a mia sorella perchè l'ha vista nascere, perciò non la sgrida mai, mentre a me fa sempre arrabbiare.

Però è anche bello andare a scuola perchè rivedi i tuoi amici e anche per imparare.

Mi piace stare a scuola perchè c'è una persona molto carina, bella e simpatica che mi fa ridere. Vorrei che questa persona speciale lo capisse.

Questo è tutto caro diario, ti saluto, verrò a scrivere qualcos'altro domani.

Leonardo

CULTURA
27 novembre 2007
Diario della Mattina - 97 - rosa rosae
Il blog-rivista é per noi 'fulminiesaette' come la rosa per i greci: ‘triandáfillo’ cioé trenta petali. Un post al giorno, trenta giorni in un mese - trenta post, un post un coautore: questo sarà quando avremo completato ‘la rosa’ dei coautori. Essendo ancora incompleta la rosa, mi tocca scrivere più di quanto non desideri. Ma oggi ‘lasciatemi divertire’ e divertirti, amica/amico lettore/lettrice, mostrando per interposto pittore cosa stia succedendo nell’animo nostro in questi giorni, al ripetuto annuncio che i nostri visitatori quotidiani oscillano ormai intorno al numero mille.


[Lorenzo Lotto, Annunciazione, 1528]

Lascio immaginare a ciascuno chi fra noi s’immedesimi meglio con la Vergine, l’Angelo, il Padreterno, il Gatto.

[Giulia Chiozzi, preadolescente coautrice del nostro blog-rivista nella rubrica TEMI MARIANI, passata l’influenza è tornata a scuola, ha letto i commenti al suo tema-post ed ha risposto a tutti – AlfaZita, Mario DG, Leoncilla, Eugualemcalquadrato. Trovate le sue argute e disarmanti risposte nella pagina dei commenti del 16 novembre (per leggere il post di Giulia e i commenti su e di Giulia basta cliccare sul numero 16 del calendario in alto a destra), giorno in cui abbiamo inaugurato la rubrica dall’interno del mondo della scuola, composta dai migliori temi della classe II B della Scuola Media Statale ‘Caffaro’ di Genova-Certosa, che ha per professoressa di Italiano e Storia e Geografia un’amica di nome Maria (e di cognome Ruggiero).]

Fulmini

CULTURA
16 novembre 2007
TEMI MARIANI - 1 - Una storia paurosa e divertente

[Genova, foto scattata scendendo dal sestiere Oregina al porto il 30 settembre 2007 alle ore 15:22:43 - la Lanterna l'ho nascosta per gioco dietro il palo del lampione]

Nel quartiere popolare di Genova chiamato ‘Certosa’ c’è la scuola media statale ‘Caffaro’. E dentro questa scuola c’è la classe II B, che ha per professoressa di Italiano e Storia e Geografia una grande amica di nome Maria Ruggiero. Multietnica è la classe nella composizione degli allievi (italiani, capoverdiani, equadoriani, ucraini, albanesi) e multiforme è Maria nella derivazione regionale (siciliana e piemontese e ligure com’è).

Qualche tempo fa è venuta fuori l’idea – a Maria o a suo marito Giuliano Cabrini non si sa, perché sono come il cappuccino che non si sa dove finisce il latte e comincia il caffé – di pubblicare sul blog-rivista i temi memorabili degli allievi di Maria. E così la rubrica che nasce oggi si chiamerà TEMI MARIANI.

Perché le voci dei ragazzi nel blog-rivista? Prima di tutto perché al centro delle istituzioni, delle organizzazioni, delle comunità è meglio che stiano i cittadini, le persone, i ragazzi – e non i presidenti, i capi, i burocrati: i malati degli ospedali, i clienti delle banche, i carcerati delle galere, i viaggiatori dei treni, e gli allievi delle scuole. E poi perché, oltre che dagli adolescenti, dai giovani, ed ora dai ragazzi, questo blog-rivista è letto dai grandi, sapete - quelli che sono stati ragazzi una volta ma raramente se lo ricordano.

Iniziamo senz’altro con un tema di italiano in classe.]

Tema

Racconta un episodio pauroso o divertente che ti è capitato.

Svolgimento

Una storia (quasi) paurosa e ‘divertente’, ma vera, mi è capitata quando avevo circa un anno.

Innanzi tutto dovete sapere che io a soli 8 mesi di vita sono stata in coma con la febbre sopra i 40 gradi per quattro giorni di seguito, da cui mi sono svegliata per miracolo reclamando un piatto di pasta al sugo (se volete potete chiederlo a mia mamma).

Pochi mesi dopo mi sono svegliata nella mia casa a Voltri in Via 2 dicembre (vicino al cimitero degli alpini) e riuscivo a vedere gli spettri delle persone che in quel posto avevano vissuto dalla notte dei tempi fin ad oggi.

Inizialmente è stato strano, ma poi ci presi gusto a vedere cavalieri medievali e damine ottocentesche sulle prime biciclette che mi salutavano (facendo impazzire mia mamma, a cui chiedevo di contraccambiare il saluto).

Ma il fatto divertente è accaduto mentre giocavo in camera con la palla gettandola contro il muro.

Improvvisamente si fermò: rimase lì per qualche secondo e poi dolcemente mi tornò tra le mani e la cosa si ripetè a lungo finchè mia madre non entrò in camera e, accortasi della stranezza del fatto, mi chiese: “Cosa stai facendo?” Io poi risposi: ” Gioco a palla con Gesù”.

Giulia Chiozzi

sfoglia
dicembre        febbraio

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Add to Technorati Favorites


blog-rivista

Questo blog-rivista è una relazione telematica fondata sull’amicizia, un sentimento vivo e reciproco, una benevola disposizione intellettuale e morale.

Questo è un intreccio di lettura e scrittura, un luogo aperto di incontro, conversazione, partecipazione elaborativa, composto dalle rubriche minuscole di 'Fulmini' [autore] e dalle rubriche MAIUSCOLE di 'Saette' [co-autori]:

Dialoghi e Monologhi. IL LEGAME di Venises - che significa Venezie (in francese e in italiano: 22. 'Lezioni di Etica' ovvero LA TESI DI LAUREA DI EINSTEIN, 11 marzo 2008)

Foto e Grafie. I NOSTRI INVIATI di AlfaZita, Leonardo Ancillotto, Lorenzo Levrini, Valerio Magistro, Mara Misuraca, Khùtspe - che in lingua yiddish vuol dire 'faccia tosta', Luigi Russo, Syrah - che è il nome di un vino fruttato bilanciato e secco con note di visciola, ioJulia (64. AlfaZita - Ferrara, 12 marzo 2008, 17 marzo 2008)

PROVE DI DISCUSSIONE (15. Un viaggiatore, 'Il punto di vista di Un viaggiatore' ovvero IL SOGNO DI UNA COSA, 5 marzo 2008)

Poesia e Pittura. LO SPACCO di Umit Inatci (16. 'Auto Critica' ovvero PROFESSORE, SI TOLGA GLI OCCHIALI-BICICLO! IO STESSO RACCONTERO' DEL TEMPO, E DI ME, 14 febbraio 2008)

Racconti e Resoconti. AGATHOTOPIA - 'un buon posto per vivere' in greco antico - di Un viaggiatore (11. 'L'occasione di Ciccio' ovvero L'UOMO DI VETRO, 7 marzo 2008)

Minima moralia. A QUATTRO MANI di Fulmini e Tuoni, @lbelù, AlfaZita e Fulmini [12. AlfaZita e Fulmini, 'Kavafis per noi' ovvero E' FINITA, 4 marzo 2008]

Condivisioni di bloggers: l'evento più importante del mese nell'universo mondo. L'ULTIMOGIORNODELMESE (10. Febbraio 2008. AlfaZita, CIPRO; Claudio Ricci, COLORI; ioJulia, VARSAVIA; Khùtspe, GENOVA, 29 febbraio 2008)

Economia e Politica. IL CROGIOLO di Mario Pennetta (13. 'Il Partito Democratico e la sinistra massimalista' ovvero RIFORMISTI SUL SERIO E COMUNISTI A PAROLE - 22 febbraio 2008)

Audio e Visivo. EYES WIDE OPEN di Fabio Benincasa (8. 'Totò Riina contro Gregory House' ovvero RACCONTARE STORIE E MOSTRARE LA REALTA' SONO DUE COSE DIVERSE, 20 febbraio 2008)

Musica e Spazio. BRICIOLE MUSICALI di Venises, Ponchielli: Danza delle Ore
, 16 marzo 2008.

E' questa la musica che stai, state ascoltando.


Suono e Suoni. IL FONOGRAFO DI EDISON di Lorenzo Levrini (in inglese e in italiano - 3. 'Tecnologia e Musica' ovvero LA MUSICA DIGITALE HA UNIFORMATO IL NOSTRO TEMPO, 29 dicembre 2007)

Scienza e Religione. ZONE DI SOVRAPPOSIZIONE di Petilino (6. 'Dove si domanda se la religione necessita della divinità?' ovvero LA RELIGIONE E' UNA COSA, LA CHIESA UN'ALTRA, 16 marzo 2008)

Conti e Racconti. PROFILI di Mario DG (7. 'Uomini e lupi' ovvero LEI NON SA CHI SIAMO NOI, 19 marzo 2008)

Architetture e architetti. EDIFICI CONTEMPORANEI di Guido Aragona (5. 'Intervista al 'Sacro Volto' di Mario Botta' ovvero NON SETTE MA SETTANTA VOLTE SETTE, 29 febbraio 2008)

Poesie in lingua padre. LA LINGUA RUBATA di AlfaZita (7. 'più su' ovvero SPOSTAMENTI PROGRESSIVI DELLO SGUARDO
, 28 febbraio 2008)

Politica e società. SOCIOGRAFIE di Pietro Pacelli (6. 'Il rivoluzionario di professione' ovvero L'INCUBO DI UNA COSA, 3 marzo 2008)

Cose dell'altro mondo. PURE SCULTURE di Mimmo Pesce (6. 'Torso di Frankenstein', 1981, ANCHE IL MOSTRO HA UNA SUA BELLEZZA, 17 febbraio 2008)

Voci di ragazzi. TEMI MARIANI, ovvero temi in classe degli allievi di Maria Ruggiero (classe II B della Scuola Media Statale 'Caffaro' di Genova-Certosa) 5. Giulia, Una lettera aperta, 17 marzo 2008.

Invito all'Arte. PUNTI DI FUGA di Stefania Mola (4. 'Dall'Oriente con Passione' ovvero  LA PASSIONE E' NEGLI OCCHI DI CHI LA VEDE, 1 marzo 2008)

Davanti alla Legge. DIRITTO E ROVESCIO di 'Giuseppe' (3. 'Pensieri passeggeri sui fondamenti del diritto penale' ovvero E' DIFFICILE COMPIERE IL MALE SE SI HA COSCIENZA DI CIO' CHE SI STA FACENDO, 8 febbraio 2008)

Stato e Contro-Stato. LO STATO DEL MERIDIONE di Filippo Piccione (3. 'I numeri di Mafia + ’Ndrangheta + Camorra' ovvero 18.200 UOMINI DISPOSTI A TUTTO, 10 marzo 2008)

Musica sì ma leggera. LA COLONNA SONORA di Mario DG (2. 'Da Woody Guthrie a Bob Dylan' ovvero IL PRIMO DYLAN NON SI SCORDA MAI, 15 febbraio 2008)

A difesa del prossimo. APOLOGETICA di Giuseppe Nenna (2. 'Knowledge sharing' ovvero ISTRUITEVI, PERCHE' AVREMO BISOGNO DI TUTTA LA VOSTRA INTELLIGENZA, 18 febbraio 2008)

La nuova economia. ECONOMIA DI SOLIDARIETA' di Luis Razeto M. (1. 'Il prezzo giusto' ovvero OLTRE L'ECONOMICISMO (E IL RAZIONALISMO), OLTRE L'ETICISMO (E IL VOLONTARISMO), 21 gennaio 2008)

Sequenze fotografiche. THE LONDON EYE di Lorenzo Levrini (1. 'Cominciamo dall'ovvio' ovvero AVETE GLI OCCHI E VEDETE, AVETE LE ORECCHIE E SENTITE - 25 gennaio 2008)



 
DIZIONARIO di ITALIANO
cerca:  
   


 
DIZIONARIO di FRANCESE
cerca:  
Francese - Italiano  
Italiano - Francese  


 
DIZIONARIO di INGLESE
cerca:  
Inglese - Italiano  
Italiano - Inglese